Come funziona il sostegno?

Principio di base

La promozione si concentra sul percorso iniziale che porta alla realizzazione di un’idea: lo Story Lab del Percento culturale Migros sostiene progetti narrativi audiovisivi durante lo sviluppo del materiale. Si punta in particolare su due massime: apertura nella scelta del formato e apertura a nuovi player.

OGGETTO DEL SOSTEGNO?

Sostegno

Vengono sostenuti i progetti che si confrontano in modo attivo e creativo con le attuali sfide del settore audiovisivo. In tale contesto, il desiderio di sperimentare nuovi materiali e processi durante l’elaborazione di un’idea nonché i nuovi approcci per la successiva produzione e analisi, come il coinvolgimento del gruppo target in fase di sviluppo, risultano particolarmente interessanti.

SOSTEGNO SU DUE LIVELLI

Sviluppo e consolidamento

Dall’autunno 2022, lo Story Lab offre due scadenze differenziate: il termine di invio previsto in primavera (livello I) continua a riguardare tutti i progetti in fase iniziale volti a sviluppare il materiale al fine di elaborare un’idea e a soddisfare i criteri formali. La scadenza autunnale (livello II) interessa invece esclusivamente i progetti già promossi dallo Story Lab al livello I. Così facendo, il sostegno è incentrato in modo mirato da un lato sulla fase iniziale dello sviluppo del materiale (livello I), dall’altro sulla fase di consolidamento (livello II).

CHI PUÒ RICHIEDERE UN SOSTEGNO?

Formati ammessi

Il sostegno è rivolto a tutti i formati: film per il cinema (documentari, lungometraggi, film d’animazione, ecc.), cortometraggi, serie, XR (AR, VR, 360°), progetti crossmediali, videogiochi, nonché lo sviluppo di materiale con un formato da definire.

Possono presentare la richiesta autrici e autori, registe/i, produttrici e produttori, attrici e attori, artiste/i freelance, designer e tecnici del settore della narrazione audiovisiva.

Lo Story Lab del Percento culturale Migros è aperto a operatori culturali esperti sia a newcomer.

COSA COMPRENDE IL SOSTEGNO?

Finanziamenti, coaching e occasioni di confronto

Dopo l’analisi della loro situazione, tutte le candidate e tutti i candidati prescelti ricevono un contributo finanziario di base per la fase di sviluppo del materiale. Sono previsti diversi moduli a sostegno del loro lavoro. Per ogni progetto è disponibile un contributo di un minimo di 7000 franchi e di un massimo di 25’000 franchi. La durata dal colloquio di presenza al completamento del lavoro all’interno dei moduli è fissata a 6 mesi. Due volte all’anno si svolgono eventi di confronto sotto forma di workshop e master class. I/Le newcomer possono inoltre usufruire di un coaching.

COME PRESENTARE UNA RICHIESTA DI SOSTEGNO?

Procedura

Lo Story Lab del Percento culturale Migros offre due diverse sessioni di candidatura: in primavera per il livello I (sviluppo del materiale) e in autunno per il livello II (consolidamento). Nella fase II, possono essere presentati solo i progetti già sostenuti nella fase I e la cui fase di sostegno di sei mesi nella fase I è stata completata in anticipo. Tutti i progetti che soddisfano i criteri formali possono invece essere presentati al livello I. Prerequisito fondamentale è un’attenta lettura delle direttive dello Story Lab del Percento culturale Migros. Se il progetto soddisfa i criteri e le condizioni formali è possibile candidarsi tramite il portale di richiesta online del Percento culturale Migros (accesso dal sito web dello Story Lab). Solo le domande inoltrate tramite il portale di richiesta online saranno sottoposte a valutazione.

Scadenze 2023

Data di chiusura 1, fase I: lunedì 6 marzo 2023, ore 17.00
Riunione di giuria 1, fase I: martedì 2 maggio 2023 (la decisione sarà comunicata per iscritto la settimana successiva).

Data di chiusura 2, fase II (possibilità di registrazione solo per progetti già promossi al livello I): lunedì 18 settembre 2023, ore 17.00
Riunione di giuria 2, fase II: martedì 24 ottobre 2023 (la decisione sarà comunicata verbalmente la settimana successiva).

Candidatura anonima – Nuovi orizzonti nella promozione cinematografica

Per tenere conto dei pregiudizi inconsci, nella fase I le domande presentate alla giuria sono presentate in forma anonima. L’anonimizzazione mira a conseguire la massima varietà possibile nella scelta dei progetti.

«Where We Belong» (2019, Regia: Jacqueline Zünd, Produzione: real Film)